No

Il ritorno della segale

Photo: Institut Agricole Régional

Il Comizio Agrario, il Circolo Aurora e il Comitato “Ama il tuo Paese” promuovono la presentazione del progetto “SECNALP – Recupero e Salvaguardia della Antica Segale (Secale cereale) delle Alpi Cuneesi” presso la Sala Consigliare del Comune di Roccaforte Mondovì venerdì 21 giugno 2019 alle 20,45.
Parteciperanno alla serata Attilio Ianniello, direttore del Comizio Agrario, Carlo Banchini del Comitato “Ama il tuo Paese”, il prof. Marco Mucciarelli del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi (DIBIOS – UNITO), il dottor Michele Lonati e il prof. Andrea Cavallero del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari (DISAFA – UNITO), il dottor Federico Francesco Ferrero (giornalista, medico chirurgo – nutrizionista, Foodteller, MasterChef d’Italia, DoctorChef).

Il progetto ha come scopo:
1) rivalutare una antica coltura e il suo contesto fitosociologico rappresentato dalle specie messicole associate alla segale e scongiurarne l’obsolescenza e il depauperamento varietale;
2) identificare il profilo genetico delle popolazioni di segale alpina della provincia di Cuneo al fine di caratterizzarle su base agronomica e genetica e consentirne la tracciabilità;
3) associare le caratteristiche agronomiche e biologiche di queste varietà locali ad un dato substrato e contesto ambientale al fine di consentire interventi a sostegno della ridiffusione della coltura in modo mirato e con maggiore possibilità di successo produttivo;
4) valorizzare dal punto di vista agronomico e genetico il materiale autoctono per la produzione di prodotti tipici a tutela delle tradizioni locali e incrementare la biodiversità agricola locale;
5) rendere liberamente disponibile la Segale delle Alpi cuneesi ai coltivatori e custodi che hanno aderito al progetto;
6) mantenere attiva la presenza dell’uomo in contesti in cui le conseguenze dell’abbandono sul paesaggio montano sarebbero gravissime;
7) favorire l’utilizzo della Segale delle Alpi cuneesi presso piccole/medie attività imprenditoriali della zona (aziende molitrici, panificatori, biscottifici, artigiani nel settore dell’arredo e per la produzione di materie prime per la bioedilizia).

Invitiamo a partecipare alla serata tutti i contadini delle nostre vallate che già coltivano o vogliano coltivare la segale e che siano interessati al progetto che tra i partner ha, oltre al DIBIOS, il DISAFA e il Comizio Agrario, il Centro Regionale per la Biodiversità Vegetale di Chiusa di Pesio, l’Ecomuseo della Segale di Sant’Anna di Valdieri e, il Consorzio Prodotti Tipici Alta Valle Tanaro.

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Post a Comment