No

Firma Carta Etica del progetto “Intrecci solidali”

Il progetto “Intrecci Solidali” finanziato nell’ambito del Bando “Cantiere Nuovo Welfare 2015” della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, è stato attivato dal 2016 sul territorio del CSSM composto da 28 Comuni suddivisi in cinque aree territoriali: Mondovì, Villanova Mondovì, Carrù, Dogliani, S. Michele Mondovì.
La crisi economica ha colpito duramente il territorio monregalese provocando un aumento delle problematiche riconducibili al fenomeno delle Nuove Povertà intese come condizione economica, senso di insicurezza, di fragilità di relazioni e precarietà lavorativa. Per questi motivi si è ritenuto necessario lavorare per costruire una mentalità di cittadinanza attiva che giunga a coinvolgere anche il tessuto aziendale territoriale.
All’interno del progetto “Intrecci Solidali” l’Area Network (ovvero il Lavoro di Rete) promuove l’interazione tra i diversi attori sociali, evitando sovrapposizioni di interventi al fine di costruire un modello di comunità partecipativa, valorizzando le realtà associative e produttive del territorio. Inoltre si sta promuovendo lo sviluppo di reti di solidarietà all’interno delle diverse comunità territoriali e la realizzazione di attività di coinvolgimento di imprese agricole, artigianali, turistiche, con la collaborazione delle Amministrazioni comunali.
Questo percorso vuole promuovere la valorizzazione di quanto esiste già di virtuoso nel territorio (aspetti paesaggistici, naturalistici, economici, culturali, ecc …) nonché la promozione umana e l’integrazione sociale di tutti i cittadini.

(da sinistra) Eleonora Rosso, Tamara Rosso, Franca Vadda e Giandomenico Genta

.

Nei Distretti di Villanova Mondovì (che comprende Villanova Mondovì, Roccaforte Mondovì, Frabosa Soprana, Frabosa Sottana, Pianfei) e Mondovì si è costituito un gruppo di lavoro che ha espresso la volontà di creare una rete di produttori/imprese/volontariato per favorire collaborazione nel territorio, stabilendo obiettivi e criteri comuni basati su principi di solidarietà e sostegno reciproci nei confronti della comunità, garantendo anche vantaggi per i singoli.

l’intervento di Maresa Garavagno

Nel corso dei suoi incontri, molti dei quali tenutisi nella sede del Comizio Agrario, il gruppo di lavoro formato da imprenditori, responsabili di associazioni, professionisti e semplici cittadini, ha elaborato una Carta Etica che riassume e chiarifica gli obiettivi ed i valori della Rete di solidarietà.
La Carta Etica è stata fatta propria anche dalla Fondazione CRC, dal CSSM, dai Sindaci del territorio.

Patrizia Magliano, presidente della Cooperativa Caracol, e Paolo Grossi

Venerdì 6 luglio 2018 presso l’azienda agricola Agritrutta nella frazione San Biagio di Mondovì, ospiti di Lorenza Borsarelli, si è tenuta quindi la sottoscrizione ufficiale della suddetta CARTA ETICA. Questo evento rappresenta un evento storico importante sia perché vede in qualità di protagonisti della sottoscrizione Enti pubblici, imprenditori privati e rappresentanti del mondo associativo locale, sia perché la costituzione della Rete Solidale ha come obiettivo la partecipazione attiva alla soluzione dei problemi sociali contemporanei.

Elena Griseri

La firma della Carta Etica rappresenta una tappa importante del percorso della Rete, una tappa da cui ripartire per operare nell’ambito di una solidarietà efficiente.

Hanno aperto l’evento il Presidente della Fondazione CRC Giandomenico Genta, la Consigliera del CSSM Franca Vadda, l’assessore del Comune di Villanova Tamara Rosso, Eleonora Rosso del CSSM, Patrizia Magliano, Presidente della Cooperativa Caracol, Paolo Grossi in rappresentanza degli imprenditori, Maresa Garavagno in rappresentanza delle associazioni.

L’attrice Elena Griseri ha quindi dato lettura della Carta Etica dopo di che i diversi imprenditori e i rappresentanti degli enti e delle associazioni hanno sottoscritto il documento fondante la Rete d’Intrecci Solidali.

Pierfranco Blengini, Presidente del Comizio Agrario di Mondovì firma la Carta Etica

Oltre al CSSM e al Comizio Agrario hanno sottoscritto la carta Etica le seguenti imprese: Cooperativa Arcobaleno (Villanova Mondovì), Grotte di Bossea (Frabosa Soprana), Panificio Rosso Gentile (Panificio Rosso Gentile), Azienda Agricola Basso Domenica (Roccaforte Mondovì), Azienda Agritrutta (Mondovì), Azienda Agricola  Marco Bozzolo (Viola), Cooperativa Sociale Franco Centro (Mondovì), Azienda Erbe di Montagna (Pianfei), Pasticceria l’Angolino (Villanova Mondovì), Che Bun – rete d’imprese (Bastia Mondovì), Azienda agricola Danze D’Avie (Villanova Mondovì). Hanno sottoscritto l’importante documento anche le seguenti associazioni Ass. Blangeventi (Pianfei), Ass. Assoretipmi (Modena – Delegazione provinciale di Cuneo), Ass. Ama il tuo Paese (Roccaforte/Villanova), Ass. Auser  (Mondovì), Ass. San Vincenzo (Villanova), Caritas diocesana (Mondovì), Ass. Slow Food condotta Monregalese (Mondovì), Studium Monregalesis Castagna Accademia della Castagna Bianca Mondovì (Mondovì), Ass. Arci Circolo Aurora  (Roccaforte), Ass. Mondoquì (Mondovì); inoltre hanno apposto la loro firma anche le seguenti imprenditrici: Silvia Pio, Clara Sarietto e Daniela Vinai.

Un buffet con prodotti delle aziende agricole presenti ha allietato l’evento.

 

 

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Post a Comment